Club Azzurro 2022 – Esperienza più unica che rara “

Se ti piace questo articolo..Condividilo

Per ora la competizione più bella e competitiva che abbia mai fatto!
Parto dall’inizio… Giorno 15 ottobre, il giorno prima della competizione do un esame all’università, fortunatamente andato alla grande… la sera stessa apro il cassone e sistemo l’essenziale per poter gareggiare il giorno successivo visto che non ho avuto occasione di prepararmi causa studio.

16 Ottobre:
Inizia il CA, una delle competizioni più importanti, dove mi sarei dovuto confrontare con i 40 agonisti più forti d’Italia! Emozione a mille e quasi incredulo al semplice fatto che ne facessi parte e che avrei dovuto gareggiare con tutti questi grandi campioni!

Prima manche andata discretamente, un ottimo 3 posto in una spiaggia che conosco molto bene, quella di “Condofuri Marina”

17 Ottobre:
Seconda manche del club azzurro, si va verso la costa tirrenica, più precisamente “Nicotera marina”, campo gara che frequento molto poco e di conseguenza quello che mi spaventava maggiormente! Fortunatamente piazzo un bel primo di settore dopo una serata molto sofferta per la poca presenza di pesce, portandomi primo assoluto nella progressiva! Già vedere il mio nome al primo posto su 40 campioni era stato per me un onore!

18 Ottobre:
– Mattina stage di lancio dove purtroppo l’emozione e, soprattutto la stanchezza fisica, non mi hanno fatto superare quella bandierina dei 190 m che sembrava tanto facile da raggiungere per me. Comunque resto ugualmente soddisfatto delle 0 penalità prese e resto consapevole di aver disputato ugualmente un’ottima prova!

– Pomeriggio ritorniamo sulla costa ionica, ad “Annà Melito di Porto Salvo”, il mio campo gara preferito e su cui mi sentivo più sicuro. Purtroppo a volte il picchetto da e toglie, in questo caso a me ha tolto tanto in quanto per via di corde e dell’abbondante fondo ho perso diversi travi con relativi pesci, ma fa parte anche questo del gioco! Piazzo un sesto di settore che mi permette di restare ugualmente ai vertici della classifica, 2 assoluto nella classifica progressiva.

19 Ottobre:
Ultimo giorno di questo esilarante club azzurro. Si ritorna a “Condofuri marina”. L’obiettivo era alla portata, ovvero quello di restare a far parte anche per il prossimo anno in questa magnifica competizione. C’era anche però un altro piccolo sogno nel cassetto, quello di poter prendere parte alla supersfida… un sogno a cui ho preferito non pensarci durante l’ultima gara per mantenere la solita freddezza e lucidità mentale che mi contraddistingue nei momenti più importanti.

Sin dall’inizio, tutti i concorrenti partono alla grande, d’altronde essendo i migliori d’Italia non poteva essere altrimenti… resto sempre lì ai vertici del settore ma avevo da recuperare diversi punti da un’altro grande agonista che aveva fatto un bel pesce di giorno… arriva la sera e, dopo le due ore di luce con tanto pesce misto, arriva l’ora dei pagelli… intercetto il pascolo sulla lunga distanza facendo un pesce ogni lancio, ma ciò non mi sarebbe bastato se avessi voluto portare a casa un ultimo primo…

Allora decido di giocarmi il tutto per tutto, esco fuori dalla sacca la mia 2 pz e vado fuori a tutta randa… la scelta mi ripaga, un paio di triplette e coppiole. Chiudo con 15 pz e un ottimo primo di settore a soli 100 pt circa dal secondo che aveva 10pz ma tutti di bella taglia. Mi rendo conto di aver fatto qualcosa di eccezionale solo al termine della gara quando già si vociferava un posto sul podio per me o, addirittura, una mia possibile vittoria!
(Già la sola idea che mi fossi qualificato per la supersfida era qualcosa di incredibile e impensabile per me!)

Escono le classifiche…
Mi vedo lì, sul Secondo gradino più alto del podio, dietro una leggenda del Surfcasting come Lorenzo Secchiaroli (Emozione indescrivibile)

Complimenti al terzo classificato Andrea Cavaglieri, grande amico e agonista Calabrese come me.

Complimenti ai restanti 3 che prenderanno parte alla Supersfida: Paolo Del Piano, Giuseppe Reid Franconi e Daniele Brunone

Come ho precedentemente detto ho vissuto una delle esperienze più belle della mia vita e, avendo appena 19 anni, so che ce ne saranno tante altre ma per me resterà sempre un ricordo indelebile!

Ora si pensa alla prossima competizione, ovvero il mondiale in Francia con la nazionale u21.

Un saluto a tutti e al prossimo articolo!

Questo articolo è stato scritto da:

Danilo Galimi
Danilo Galimi
Studente universitario ma allo stesso tempo un grande appassionato di pesca, specialmente del Surfcasting. Fa parte del “Mediterranea Surfcasting Club” e nasce a Reggio Calabria nel 2003.

La passione della pesca gli è stata trasmessa dal padre, grande appassionato di Surfcasting, già dai primi anni di vita cominciò ad insegnarli le basi di questa fantastica disciplina, facendogliene innamorare. La madre ex agonista di lancio del giavellotto, gli ha trasmesso quella sana “cattiveria” agonistica che ci vuole quando si svolgono determinate competizioni. Ed è per questo che a soli 10 anni ha iniziato le prime gare.

Dopo circa sei 6 anni di competizioni in tutta Italia, con ottimi piazzamenti, nel 2018, sulle spiagge di Latina/Terracina, vince il titolo di campione italiano u16 di Surfcasting. Da li sono iniziate le sue esperienze internazionali con la nazionale italiana U16/U21, con il primo Mondiale in Portogallo (2008), ottenendo un bronzo a pari penalità con l’Irlanda.

Nel 2019, grazie alla vittoria del campionato italiano avvenuta l’anno prima, si qualifico di diritto per il mondiale del 2019, tenutosi sulle spiagge di Latina/Terracina, e qui ha ottenuto l’oro individuare e insieme ai suoi compagni l’oro per società.

Nel 2021, grazie al titolo di campione del mondo individuale del 2019, partecipa mondiale in spagna, a Peniscola. Nello stesso anno, grazie al 5 posto ottenuto ai campionati italiani U21, viene scelto per rappresentare la nazionale U21 al prossimo campionato del mondo che si terrà nell’aprile del 2022 in Francia.
Partecipa al campionato italiano seniores di surfcasting, piazzandosi 14esimo su 220 partecipanti, risultato che gli permette di partecipare al club azzurro del 2022, dove ottiene un secondo posto della classifica finale, a pari penalità con il primo. Acquisendo il diritto di partecipare alla supersfida, dove proverà ad entrare nela futura nazionale seniores.

Se ti piace questo articolo..Condividilo